trotterella

trotterella

Salve a tutti!
Sono quella che chiaman Trotterella.

Io arrivo da Bassano, un paese assai lontano.
La domenica è bestiale, se lavoro in ospedale,
esco in fretta da casina e svelta svelta in macchinina.
500 bianca bianca corre corre e non si stanca,
via veloce, ora parto per raggiungere il reparto.
Sono stata contattata e mi sento fortunata,
tra i Kaos eccomi qui per rallegrarti tutto il dì.
Tra un gioco e una magia spruzzo tutta l’energia
che mi sento tanto addosso col mio grande naso rosso.
Spero ora, cari bambini, di rubarvi i sorrisini,
anche se a volte i palloncini non mi escono carini, 
di magie non son forte ma – che farci? – è la mia sorte…
Grazie a tutti per la pazienza, sennò faccio penitenza.
Mamma è tardi e vi saluto, perché mi scappa un gran starnuto!

Published by